Murmuris
Teatro contemporaneo a Firenze

Murmuris da 14 anni si occupa di teatro e cultura a livello nazionale e internazionale. Lavoriamo da sempre nell’ambito dello spettacolo dal vivo e della promozione del teatro contemporaneo attraverso progetti, laboratori, spettacoli, organizzazione di eventi, rassegne e festival. Dal 2013 Murmuris è parte della multiresidenza del Teatro Cantiere Florida di Firenze. Materia Prima è la rassegna di teatro contemporaneo a Firenze e uno degli atti culturali con cui Murmuris promuove artisti, registi e drammaturghi di nuova generazione.

Murmuris
Il centro di qualunque sospeso corpo

  14 settembre 2019
h 20.30 e h 21.30

  28 settembre 2019
h 20.30 e h 21.30

Una produzione Murmuris
Drammaturgia Laura Croce
Regia e interpretazione Luisa Bosi, Laura Croce
Video Francesco Migliorini
Organizzazione Elisa Bonini

Giorgio Castelfranco non è stato solo un grande studioso, ma anche un uomo d’azione, i suoi atti hanno davvero cambiato il corso della storia della cultura. L’intento, sulla scorta della mostra che in questi giorni di settembre andrà a chiudersi, è quello di riscoprire Castelfranco attraverso il suo sguardo su Leonardo da Vinci di cui fu acuto studioso e profondo conoscitore. Nel 1939 a Milano viene allestita una mostra su Leonardo che ne celebra il genio italico come emblema di orgoglio nazionalistico e razziale. Nello stesso anno Castelfranco viene epurato dalle leggi razziali e deve smettere di lavorare e di studiare. Riprenderà il suo lavoro passata la tempesta e grazie al suo sguardo, affiorerà dagli scritti sparsi di Leonardo la sua anima più profonda, il pensiero più fine. Tutto quello che il fascismo non sapeva né voleva cogliere, privilegiando invece una strumentalizzazione in chiave grottescamente razzista delle opere dell’artista toscano.

Leonardo dice “Il centro di qualunque sospeso corpo sta sotto il centro del suo sostentamento.” In Castelfranco queste parole si espandono e con esse il pensiero. L’illuminazione che ne deriva ci dice che osservando la Natura l’uomo può tornare all’origine e in questo cammino cogliere le regole che hanno generato la creazione e che sovrintendono ai fenomeni naturali. Così il giardino di Casa Siviero, diventerà non solo spazio scenico, ma anche luogo di osservazione di quella Natura che incantava Leonardo.  Due attrici e un’istallazione video guideranno gli spettatori alla riscoperta di uno studioso prezioso che ci consegnato un lascito intellettuale e morale di cui sentiamo il bisogno.